Trento, rapina con pistola allo studentato

, Trentino

TRENTO. Nella notte fra sabato e domenica, uno studente è stato vittima di una rapina da parte di due malviventi allo studentato San Bartolameo. Il ragazzo aveva passato la serata in centro e stava rientrando a casa in bici.

Era circa l’una e mezzo di notte quando, arrivato allo studentato, ha legato la sua bici nel parcheggio e si apprestava a salire in camera. Proprio per evitare che possano entrare malviventi o estranei lo studentato è dotato di porte a chiusura magnetica, apribili solo con la tessera personale. Quando però lo studente ha provato come al solito ad aprire la porta, il meccanismo, inceppato o manomesso, non avrebbe funzionato, nonostante i ripetuti tentativi.

Proprio in quel momento i due rapinatori gli si sono avvicinati puntandogli una pistola (probabilmente giocattolo) e intimandogli di lasciare tutto ciò che aveva. Prontamente il ragazzo ha però lasciato loro solo il telefono e si è dato alla fuga, urlando e cercando di attirare l’attenzione e l’aiuto di qualcuno. Uno dei due malviventi ha cercato di inseguirlo per qualche metro, ma poi i due hanno desistito e si sono dati alla fuga.

I due rapinatori, probabilmente stranieri, capendo che la zona è poco sorvegliata, si erano presumibilmente appostati in cerca di vittime, tanto che lo studente li aveva già avvistati prima di posare la bici, ma aveva pensato fossero semplicemente suoi colleghi.

Poco dopo però i due hanno tentato un altro colpo, ma questa volta il tentativo non è riuscito, poiché il secondo studente si sarebbe accorto che la pistola era in realtà un giocattolo e la sua lucidità ha messo nuovamente in fuga i due. I due soggetti sembra abbiano agito a volto semi-coperto, e per questo i carabinieri visioneranno le telecamere presenti nell’area, per capire se sia possibile risalire all’identità di almeno uno dei due.

Pur senza allarmismi, il timore è che l’area dello studentato stia diventando meno sicura, poiché questi due gravi episodi arrivano a conclusione di una settimana dove erano state rubate diverse bici, sempre nei pressi delle palazzine di via Malpensada.


lucapeluzzi

 

 

Luca Peluzzi