Flussi: pensieri e immagini

, Cultura

La Fuga, La Furia

 

Mentre non c’eri mi sono guardata attorno, mi sono sentita persa nella solitudine di un mondo che non sa che passava davanti alla mia scatola di vetro dentro la quale mi nascondevo.

Graffiavo, sbattevo la testa e con violenza tiravo pugni e calci su quel vetro.

Poi ho guardato dentro. Ho visto il mio cuore e ho visto le ombre nere che lo nascondevano.

Ho visto che ciò di cui avevo disperatamente bisogno era amare.

Amare me alla follia.

Riempire il cuore di amore per la mia vita perché io ci sono, come sono.

Sempre.

Ciò che mi mancava ero Io.

Per me.

Nessuno è mai veramente solo.

Nessuno dovrebbe aspettare chi non c’è o cosa non c’è.

Il vetro svanisce.

E io mi butto nella vita.

la-fuga

 

 

 

 

 

Testo: Rebecca Azzolin

Foto: Leonardo Bertoldi