Prima seduta del Consiglio degli Studenti, eletto presidente Federico Crotti

, Attualità

Si è concluso il processo di rinnovo della rappresentanza studentesca con la prima seduta del Consiglio degli Studenti e l’elezione a Presidente di Federico Crotti, rappresentante del Dipartimento di Sociologia e già membro del consiglio durante lo scorso mandato, con voto unanime. Il Consiglio degli Studenti, l’organo più importante per la rappresentanza studentesca, è interamente composto da studenti e il suo Presidente è di diritto membro del Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo. L’elezione del Consiglio degli Studenti avviene in maniera indiretta tra i rappresentanti eletti nelle strutture accademiche nella misura di 15 membri ai quali vanno aggiunti i due senatori accademici e due membri del comitato paritetico per il diritto allo studio. Oltre a Federico Crotti a comporre il nuovo consiglio degli studenti sono Patrick Barattin (DISI) Eleonora Cavazzoni (Giurisprudenza), Simone Fornelli (DII), Giovanni Genovese (Economia), Samuel Giacomelli (Psicologia), Sofia Giunta (Sociologia) – eletta anche segretaria del Consiglio -, Pierfrancesco Mattiolo (Giurisprudenza), Tommaso Micallo (Fisica), Masseo Purgato (Lettere), Francesca Roggia (DICAM), Giuseppe Trecarichi (Economia), Simone Valle (Economia), Anna Vallortigara (Matematica), Filippo Gioachin (Sociologia), Luca Longhi (Economia), Daniele Facci (Giurisprudenza) e Lorenzo Tait (DISI). L’intero Consiglio è composto da membri della lista UDU-UNITiN, vincitrice delle elezioni studentesche con il 90% dei voti.
“Il risultato delle scorse elezioni studentesche è stato straordinario, ora abbiamo la grandissima responsabilità di non deludere le aspettative degli studenti. Ci metteremo da subito al lavoro per rafforzare la rappresentanza studentesca e il nostro sistema di diritto allo studio, partendo dalla solida base di una lavoro che prosegue da quattro anni. Gli obiettivi di questo mandato sono molti ma i principi da cui muovono sono due: la centralità degli studenti, nei processi decisionali, nella didattica e nella vita universitaria; la possibilità che tutti, anche se privi di mezzi, abbiano la possibilità di studiare.” dichiara il neo Presidente Federico Crotti.
Anche Luca Bocchio Ramazio, UNITiN – Rete degli studenti universitari del Trentino sottolinea l’importanza della rappresnetanza e il suo stretto legame con  l’Ateneo “L’Università di Trento è un esempio virtuoso di come la rappresentanza studentesca possa passare dalla funzione di garanzia e controllo, all’essere propositiva e partecipe del miglioramento dell’intero Ateneo, nelle piccole e nelle grandi cose. Il merito di quest’evoluzione non è soltanto degli studenti che si sono proposti sempre di più come un interlocutore competente, valido e preparato; ma anche dell’Università, che ha mostrato negli anni di voler coinvolgerci sempre di più nei processi decisionali non tanto di facciata, ma ascoltando e accogliendo le nostre critiche e le nostre proposte. E’ un circolo vizioso: se la rappresentanza può cambiare le cose, sempre più ragazzi si avvicineranno alla rappresentanza; il livello di qualità delle proposte sarà sempre più alto e da parte dell’Università ascoltare gli studenti sarà sempre di più un investimento per il proprio futuro. Il nuovo Consiglio degli Studenti è lo specchio di una rappresentanza che ci crede sempre di più. La strada da fare è ancora lunga, il nostro programma lo è ancora di più. Ma la direzione è quella giusta.” Anche Filippo Gioachin, coordinatore di UDU Trento, è entusiasta degli ultimi anni di rappresentanza e ha augurato  al neo eletto presidente buon lavoro.
“Personalmente ringrazio l’ormai ex presidente del consiglio degli studenti, Lorenzo Varponi, per il lavoro svolto in questi anni e faccio un grande in bocca al lupo a Federico Crotti, neo presidente e amico con cui cominciai il percorso di rappresentanza universitaria due anni fa nello stesso dipartimento. Un in bocca a lupo a tutti e che siano due anni fondamentali per la rappresentanza studentesca.”commenta  Gioachin.

Redazione

La redazione de l'Universitario è composta perlopiù da studenti dell'Università di Trento

More Posts - Website