Diatec in versione casalinga:vince e mette un piede in finale

, Sport

In un PalaTrento soldout la Diatec Trentino si impone 3-1 contro la Sir Safety Conad Perugia in gara3 delle semifinali scudetto.

Incitata dal pubblico amico la squadra di casa parte fortissimo mettendo un filetto di 4 punti, confermando così le dichiarazioni della vigilia di coach Lorenzetti. Perugia reagisce subito e inizia a rispondere punto su punto, riuscendo a pareggiare e addirittura, con una lunga serie positiva, a passare in testa 19-22. Ci pensa poi capitan Lanza a riportare il set in equilibrio:  durante il suo turno di battuta, mette in difficoltà la difesa avversaria ribaltando l’andamento della gara. Fine set pieno di cambi palla. Sul 26-26 è decisivo un video-check che assegna alla Diatec il punto per un’invasione del muro avversario. Sul servizio seguente Urnaut manda tutti in panca con un ace potentissimo: 28-26.
Squadre che ritornano in campo decise a portarsi a casa il secondo set, ma gli errorri da entrambe le parti fanno sì che il parziale vada avanti punto a punto. Alla fine, infatti, saranno ben 26 gli errori di Trento in battuta contro i 24 degli ospiti. Perugia comunque riesce a portarsi a +3 nel finale (20-23) dando l’impressione di poter amministrare il vantaggio. Ma come nel primo set Trento non molla e sembra ripetersi lo stesso copione visto mezz’ora prima: Giannelli mette pressione su servizio e Stokr macina punti, set ripreso in conclusione. È però la squadra di Bernardi ad avere l’occasione per chiudere più volte ma, complice il doppio errore di Atanasijevic, la Diatec ne approfitta e vince il secondo parziale 30-28 portandosi sullo 2-0.
La sfida punto a punto riprende nel terzo periodo, nel quale – a differenza dei precedenti – Perugia sembra determinata ad affondare il colpo. Su ace di Zaytsev la Safety allunga 10-13, vantaggio che mantiene fino alla fine, firmando il 22-25 con punto di un Atanasijevic in costante crescita.
Si arriva cosi al quarto set dove gli ospiti sull’onda dell’entusiasmo tentano di protrarre il match al tie break forzando l’avvio e portandosi sul 6-10. Sestetto gialloblu che ricuce immediatamente con 4 punti consecutivi che, oltre a riportare il parziale in equilibrio, infliggono anche una batosta psicologica che mette definitivamente in ginocchio gli avversari. Trascinata da un gran Pippo Lanza al primo dei 4 matchpoint a disposizione la formazione trentina, dopo poco piu di 2 ore di gioco, mette la parola fine a gara3.
Molto nervosismo in campo, parecchie le richieste di video check e, quindi, partita risultata parecchio spezzettata. Perugia che forse, nonostante i 15 punti, paga uno Zaytsev un po’ troppo sottotono, con diversi errori in battuta (5) nei momenti decisivi.
Ora gara4 sarà mercoledì 19 al PalaEvangelisti di Perugia, mentre un’eventuale gara5 si svolgerà in via Fersina sabato 22.
Nell’altra semifinale Lube Civitanova vince al tie break contro Azimut Modena, portandosi anch’essa sul 2 a 1.
di Alessandro Carli

Redazione

La redazione de l'Universitario è composta perlopiù da studenti dell'Università di Trento

More Posts - Website

Lascia un commento