Poesia: “Salpa tu e salpo anch’io”

Salpa tu e salpo anch’io,
siamo già clessidra spezzata
e sabbia al vento.
Salpa tu e salpo anch’io,
che poco è rimasto,
e quel poco è già perso.
Fuggiamo via
da questo porto al collasso,
partono la memoria e il cuore.
Resiste solo la materia delle cose
– piccole sciocche cose selvagge
e ribelli – quel pensarti un poco
quando fuori piove.