Il meglio del Religion Today Filmfestival 2017

Questa mattina (21-10) la giuria internazionale del Religion Today Filmfestival ha nominato i vincitori della omonima competizione cinematografica.
Il miglior film, il miglior documentario, il miglior cortometraggio e una selezione dei premi speciali verranno proiettati nella giornata di domani 22 ottobre al teatro S. Marco (via S. Bernardino ) dalleore 15.30, un’imperdibile occasione per potere godere di quelli che sono stati eletti i migliori girati in competizione al festival.

I FILM PREMIATI

Ci limitiamo a riportare i titoli dei film premiati dalla giuria internazionale.
Miglior Cortometraggio
THE CHOP, Lewis Rose,UK, 2016, 17’
Una commedia ben realizzata che narra della possibile convivenza tra Ebrei e Musulmani in una società multiculturale. La morale di questo divertente corto ci incoraggia: ognuno di noi è libero di trovare il proprio cammino.
Miglior Documentario
A157, Behrouz Nouranipour,Iran, 2016, 70’
Con un approccio molto delicato viene descritto il tragico scenario della guerra attraverso le voci di bambini e giovani indifesi. La narrazione riesce ad affrontare con successo le sfide e le realtà vissute dai rifugiati.
Miglior Film
RETURNEE, Sabit Kurmanbekov, Kazakhstan, 2017, 95’
Lo splendido scenario cinematografico si presta nel rendere al meglio le dinamiche conflittuali di una famiglia che fa il proprio ritorno a casa da una zona di guerra. La genuina interpretazione del protagonista Kazako ci coinvolge in un viaggio commovente fatto di solidarietà.
Gran Premio “Nello Spirito della Fede in memoria di Davide Zordan”
VEDETE SONO UNO DI VOI, Ermanno Olmi, Italia, 2017, 80’
In questo magistrale documentario, il bisogno di pace si evince tramite l’analisi dell’attualità della società italiana, dei propositi e della spiritualità colma di speranza.
Il Religion Today Filmfestival si avvia anche quest’anno alla conclusione, ma non è troppo tardi per godere ancora delle prelibatezze culturali che ancora ha da offrirci. Questa sera al teatro S.Marco, alle ore 20.45, si terrà uno spettacolo musicale che si preannuncia straordinario: si tratta del progetto musicale Stregoni, Johnny Mox e Above the Tree, che ha attirato l’attenzione, tra gli altri,
anche de La Stampa e di Vice!

PER SAPERNE DI PIU’

Ecco i componenti della giuria internazionale.
Benjamin FREIDENBERG
Regista e studioso, diplomato presso la Sam Spiegel Film & Television School di Gerusalemme e il dipartimento di linguistica della Hebrew University di Gerusalemme. È programmer per il Jerusalem Film Festival e consulente dell’Hamburg Film Festival; membro della Israel Film Academy, è attivo nei progetti di conservazione dei film presso l’Israel Film Archive della Cineteca di Gerusalemme e la Judaica Division Images Collections della Università di Harvard.
Goran RADOVANOVIC
Diplomato in storia dell’arte all’Università di Filosofia di Belgrado, ha lavorato come sceneggiatore e regista di film a soggetto e documentari. E’ membro della European Film Academy di Berlino e Film Artists Association di Serbia. Vincitore di molti premi come regista, è anche attivo nell’insegnamento in numerose istituzioni (EICTV di San Antonio de los Banos, Cuba, VGIK a Mosca, Oberlin College in Ohio – USA, ESAP in Portogallo, DFFB a Berlino); tiene lezioni e workshop innumerosi film festival.
Bernadette SCHRAMM
Diplomata presso l’Univesrsità di Cambridge, ha lavorato come consulente alla gestione aziendale fra Londra, Parigi e Berlino. Negli ultimi due anni ha coordinato il programma “Refugee Voices in Film” al Festival di Cannes con l’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati; è stata relatrice e membro di giuria in numerosi film festival internazionali. È stata direttrice ed è oggi consulente strategico del Watersprite: Cambridge International Student Film Festival.
Antonio URRATA
Laureato in Comunicazione alla LUMSA di Roma, e prima in Giurisprudenza, ha conseguito anche un MBA alla Mib School of Management di Trieste. Attualmente è Responsabile Marketing della SIAE. E’ stato direttore direttore generale della Fondazione Ente dello Spettacolo (FEdS) e del Tertio Millennio Film Fest. Ha partecipato a progetti di cooperazione internazionale nel settore cinema e
audiovisivo insieme alla Direzione Generale Cinema MiBACT e ad altre realtà del settore. Dal 2009 è delegato europeo di SIGNIS per il cinema, e ha preso parte come giurato a numerosi film festival internazionali. Dal 2016 è componente della Giunta Esecutiva dell’Unione Stampa Periodica Italiana (USPI) e Analista per la sezione Cinema del programma Ibermedia.
Ahmed Muztaba ZAMAL
Attivista della Film Society, presidente della Rainbow Film Society (tra le principali case cinematografiche, è direttore e fondatore del Dhaka International Film Festival, nato nel 1992 come primo festival cinematografico a carattere privato del Bangladesh. Nel 1994 ha fondato la sezione nazionale di FIPRESCI ed è stato eletto segretario generale dell’Associazione internazionale dei critici cinematografici del Bangladesh (IFCAB); dirige la rivista Celluloid.