Poplar Festival a Palazzo Geremia: parte la seconda edizione

Conferenza Stampa a Palazzo Geremia | lunedì 24 settembre, ore 11.00

 

Attraverso il TAUT, il Tavolo delle Associazioni Universitarie Trentine, un “piano d’ambito” della Provincia, ha visto la luce anche la seconda edizione del Poplar Festival.

Un’aggregazione di universitari con lo scopo offrire alla cittadinanza trentina il valore aggiunto che solo i giovani studenti possono dare: cultura, terzo settore, musica. Il clima è stato altresì fertile: la cittadinanza apprezza gli universitari, li considera valore aggiunto; Provincia, attraverso le Politiche Giovanili, e Comune investono non poche risorse finanziarie in favore di giovani che si prendono cura e valorizzano un pezzo di città (non solo il parco F.lli Michelin, sede del Festival, ma anche un dipinto nel sottopasso di via Taramelli realizzato dai ragazzi liceali). Non ultimo l’Ateneo, che ha concesso spazi di incontro, magazzini e

Tuttavia la vera base solida del Festival sono la professionalità dei volontari che lavorano dietro le quinte e la loro disponibilità. Si tratta di circa 200 ragazzi, provenienti non solo dal nord-est e dal mondo associazionistico (pur essendo l’associazione universitaria l’unità generatrice di questa iniziativa).

Quindi mercoledì 26 e giovedì 27 settembre: sport (pallacanestro e pallavolo), eventi culturali entrambi i giorni (15.00 – 18.00 in area Cult e area Relax), associazionismo e musica (dalle 18.30). Un luogo dove restare insomma, complici cibo e bevande disponibili nello spazio del Poplar, da restituire uguale dal punto di vista ambientale, migliore dal punto di vista sociale.

p.s. Ci saranno anche “piccole” sorprese, come il Germogliatore di Morandini (installazione/workshop sullo sviluppo delle idee) o un Telescopio Solare (offerto dal MUSE) o la colazione con Eugenio in via di Gioia (mercoledì 26 alle 8.30, a Sociologia).

Francesco Desimine

Diplomato presso il Liceo Classico "Quinto Orazio Flacco" di Bari, frequenta il corso di Giurisprudenza Internazionale, Transnazionale e Comparata presso la facoltà di Trento. Appassionato di filosofia, sociologia, attualità nazionale e internazionale, geopolitica e sistemi agroalimentari. È stato uno dei fondatori della testata, membro del Collegio dei Probiviri, redattore e caporedattore della sezione Attualità de l'Universitario, dopodiché Presidente dell'associazione editrice del giornale.

More Posts - Website