Settimana dell’accoglienza, Trentino-Alto Adige in fermento

Dal 29 settembre al 7 ottobre, sebbene per molti saranno normalissimi giorni di quotidiano stress universitario, in realtà sono speciali. Si terrà, infatti, proprio in quel breve lasso di tempo, un evento che ormai giunge alla sua quarta edizione: la settimana dell’accoglienza. È il coordinamento nazionale comunità di accoglienza Federazione del Trentino-Alto Adige/Südtirol, che se ne è sempre occupato e che anche quest’anno si è impegnato affinché il tutto potesse realizzarsi.

Il programma è ricco di impegni e coinvolge tutto il territorio regionale. L’incontro di apertura della settimana sarà “Nessuno Escluso? – come sono cambiati politiche di welfare e lavoro sociale. Quali sfide per il prossimo futuro” e si terrà alla Fondazione Franco Demarchi dalle 9.45 alle 12.30. L’evento sarà a cura di “Progetto 92” e la stessa già citata Fondazione in collaborazione con Cnca Trentino-Alto Adige. Si tratta di un incontro che si propone di dare uno sguardo un po’ più da vicino ai cambiamenti che, negli ultimi anni, hanno interessato situazioni di vulnerabilità e marginalizzazione sociale e lavorativa. Lungo la stessa giornata si terranno altri eventi sparsi un po’ per tutto il territorio trentino e altoatesino, tra questi degni di nota sono “Portineria di quartiere/ Nachbarschaftspflege” e “Giornate delle porte aperte a casa Rahel” rispettivamente a Bolzano e Longomoso, entrambi a cura della Caritas con  lo scopo di far conoscere la struttura e creare un più stretto collegamento con la popolazione e nuovi canali di solidarietà.

Com’è ovvio anche tutti gli altri giorni saranno intensissimi e pieni di spettacoli in strada, incontri di formazione e riflessione, manifestazioni e molto altro. Tra i numerosi ospiti si segnalano: Felipe Camargo, Rappresentante per il Sud Europa dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR), che presenzierà a due incontri, entrambi il 2 ottobre, l’uno a Trento in via Belenzani, ore 11.00, e l’altro a Bolzano in Vicolo Gumer alle 18.00. Presente anche Don Luigi Ciotti in un incontro che si svolgerà il 3 ottobre alle 20.30 in via Segantini presso la sala della Cooperazione, al seguito di un altro importante evento, quale è “In Cammino – marcia in memoria delle vittime dell’immigrazione” organizzato da Centro Astalli, Arcidiocesi di Trento, Libera Trentino e Cnca. Altro importante ospite sarà Valerio Onida, Presidente emerito della Corte Costituzionale, che ci parlerà di Costituzione e moderna società, sottolineando che, sebbene i problemi che oggi si pongono innanzi ai nostri politici e governanti sono diversi sotto vari aspetti rispetto a quelli contemporanei alla promulgazione della Costituzione e necessitano, per ciò stesso, nuovi strumenti e rimedi, “[…] le idee di fondo che costituiscono il patrimonio costituzionale non sono passate” (affermazione dello stesso Onida).

La giornata conclusiva sarà il 7 ottobre, giornata in cui a Tione, presso Trento fiere, sarà dedicato uno spazio al progetto “Accogliere: una proposta, una famiglia, una vita”.

Dunque, questo l’intensissimo programma di una settimana e poco più volta alla sensibilizzazione, alla solidarietà e ai principi fondamentali di un Paese libero, democratico e accogliente, che tanto più importante si rende in momenti difficoltà come quello attuale.

lorena bisignano

Studentessa di giurisprudenza.

More Posts