L’UniversiTrash – La Lidl

 di NonSonoIo

 

Gli studenti fuori sede sono tristemente famosi per la penuria tipica delle loro dispense. Anzi, non chiamiamola neppure dispensa, questo termine si confà a quelle dimore nobili abitate da persone normali, dove dispensa designa appunto l’ambiente destinato ai generi alimentari. Per lo studente fuori sede il termine richiama piuttosto i fascicoli, materiali e presentazioni che i docenti rendono disponibili al fine della preparazione dell’esame. Questo è il massimo della dispensa a cui si può ambire, mentre l’ambiente destinato alle provviste alimentari si limita ad un minuscolo scaffale, solitamente poco accessibile, che versa in condizioni igieniche precarie. In esso proliferano parassiti quali farfalline del cibo ed è spesso caratterizzato da microsfere biologiche in cui sono presenti colonie batteriche o fungine.

Non continuerò ad elencare le presenze che abitano questi curiosi luoghi per proteggere e non svilire gli sforzi di migliaia di studenti che portano avanti, nei frigoriferi e nei ripiani di tutto il mondo,  questi importanti esperimenti scientifici, così utili per l’umanità intera. Torniamo invece sulle ristrettezze della cucina degli universitari. Quelli più fortunati abitano in centro, dove dispongono del privilegio di aver a portata di mano tutti i servizi di cui hanno bisogno: tabacchini, posta, supermercati. Servizi che però, specialmente qui al nord, pagano a caro prezzo. Tutti abbiamo provato, alla cassa della Coop o dell’Eurospar, quei sudori freddi al momento di dover pagare il conto, quando non sappiamo se la ricarica che ci aveva fatto la nonna alla paypal l’ultimo compleanno basterà per la carta igienica e la cena.

Gli studenti delle periferie, in genere quelli più isolati ed ostracizzati dalla comunità, quelli che tutti noi prendiamo in giro perché abitano lontano e devono o fare il cammino della speranza, o prendere l’ultimo autobus, forse invece se la passano meglio da un punto di vista finanziario. Magari non godono della comodità di vivere in centro ma hanno altri privilegi: affitti più accessibili e discount nelle vicinanze. Eurospin, Aldi, MD (il supermercato intendo), e lui… Lidl.

Lidl in Germania è una catena di supermercati paragonabile alla nostra Coop, dove (secondo i tedeschi) è possibile reperire non solo prodotti di marca e del sottomarchio Lidl in grado di garantire qualità ma anche sim telefoniche e piani tariffari vantaggiosi. Quando la compagnia è sbarcata in Italia, invece, la si è accostata a discount tipo Penny e guardata di cattivo occhio da tutte la popolazione, forse anche per via di qualche disguido come il furto al reparto rotture (la bibiografia su questo argomento è molto ampia, lascio a voi il piacere di approfondire). Piano piano però Lidl ha saputo conquistare un posticino nei nostri cuori. Sarà il jingle orecchiabile, saranno le pubblicità rassicuranti, le offerte settimanali a tema… Ti piace il giardinaggio? Adori tagliare gli alberi con la motosega la domenica mattina alle otto? Bene, da Lidl trovi tutto quello che fa per te! Se ti serve una macchina da cucire, un set di colori da fare invidia a Raffaello, un epilatore laser stai sicuro che alla Lidl trovi tutto quello che cerchi!

 

 

Se siete fortunati, trovate anche Mario! Forse però quello non è alla Lidl ma al Piccol – in effetti anche lì si trovano cose molto interessanti a prezzi stracciati. Però ormai lo abbiamo capito, la Lidl riserva sempre grandi sorprese. Ci si possono trovare così tante cose che può essere difficile raccapezzarsi tra tutte quelle offerte e prodotti. Fortunatamente però qualcuno ha pensato di creare uno strumento utile per i poveri studenti che non capiscono la differenza tra il detergente WC gel e l’ammorbidente. Militanti del buongiornismo, casalinghe e ultracinquantenni disoccupate di tutta Italia si sono unite ed hanno infatti pensato ad un gruppo Facebook Recensione Prodotti Lidl, in cui provano e recensiscono per noi i prodotti.

A seguire qualche piccola anteprima, solamente la punta dell’iceberg, ma vi consiglio di farvi un giro sulla pagina (è necessario iscriversi al gruppo ma vi assicuro che ne vale la pena).

 

 

 

Buongiornissimooooo!!1!!!111!!!!11!! Makaron?!!?!

 

 

 

 

Just showin’ off my new W5 Cleaning Paste

 

 

 

 

 

 

Live, laugh, love………….

 

 

 

 

 

A tutta Gringo ragazzi! 

 

 

 

 

 

Foto del mio nuovo dil…ehm deodorante per gli ambienti: BOCC…IATO!!!11!!1!!!!! Nn lo prenderò mai +!!!!

 

 

 

Visti i numerosi post e persone iscritte alla pagina, l’amministratrice è in difficoltà e pensa di dover chiudere presto la pagina. Tuttavia io la trovo di estrema utilità e colgo l’occasione per dire che, se tra voi ci fosse qualche volontario, non esiti a farsi avanti. In effetti non so davvero come ho fatto finora a vivere senza questi suggerimenti e consigli. Spero siano stati utili anche a voi! BACIONI!