Browse By

Pillola internazionale del 23 luglio 2020

di Eugenia Gastaldo e Francesco Moreschi

Israele | 28 persone sono state arrestate a Gerusalemme e a Tel Aviv durante una serie di proteste organizzate contro il primo ministro Netanyahu e il suo governo, accusato di non aver saputo gestire al meglio la crisi sanitaria e la conseguente crisi economica. A Gerusalemme oltre duemila persone hanno protestato davanti alla residenza ufficiale del premier chiedendone le dimissioni per le accuse di corruzione.

Polonia | Il presidente uscente Andrzej Duda, sostenuto dal partito nazionalista Diritto e Giustizia (PiS), ha battuto al ballottaggio Rafał Trzaskowski, sindaco di Varsavia ed esponente liberale ed europeista. L’affluenza è stata del 68% e il presidente Duda ha annunciato di voler proseguire con le sue controverse riforme conservatrici su giustizia, aborto e diritti LGBT.

Twitter | La notte tra il 15 e il 16 luglio Twitter ha subito un attacco informatico che ha violato decine di profili di personaggi famosi, tra cui quelli di Barack Obama e Joe Biden. Con gli account violati si chiedeva di donare mille dollari in bitcoin al proprio indirizzo in cambio di una restituzione benefica di 2mila dollari ai donatori o a sostegno delle cure contro il Covid-19. Centinaia di persone sono state truffate. Twitter ha sospeso la pubblicazione di tweet degli account verificati. Sembrerebbe che i responsabili dell’attacco siano riusciti ad accedere al sistema interno grazie ad un dipendente.

Europa | Il Consiglio Europeo, l’organo che raduna i capi di stato e di governo dell’Unione, ha trovato un accordo sul Fondo per la ripresa dopo l’emergenza Coronavirus e sul bilancio 2021-2027. Il bilancio è stato fissato a 1074 miliardi. Il Fondo per la ripresa consisterà nell’emissione di titoli di stato europei per finanziare la ripresa dei paesi maggiormente colpiti dall’emergenza Coronavirus. Il Fondo prevederà 500 miliardi di sussidi e 250 di prestiti, come proposto da Francia e Germania. L’Italia riceverà 209 miliardi. La riunione del Consiglio Europeo è durata 5 giorni diventatando la più lunga nella storia dell’Unione Europea. Il presidente del Consiglio Europeo Michel ha dichiarato “Ce l’abbiamo fatta. L’Europa è solida ed unita”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi