Archivi della categoria: Cartaceo

UN MURO INVISIBILE TRA NOI: LA CONNESSIONE CHE CI SEPARA

In questi ultimi anni l’iper-connessione digitale è un argomento alquanto dibattuto e popolare. Diversi sono coloro che saprebbero dare una definizione corretta al problema, così come sono in molti ad esserne coinvolti. Nonostante ciò, si tratta di un fenomeno spesso normalizzato, in quanto ampiamente diffuso

Metaverso, tra finzione e realtà

Tra pubblicità mirabolanti e distopie imminenti il concetto di metaverso sta entrando nell’immaginario collettivo, ma sappiamo cos’è veramente? Si può definire il metaverso come “una rete interoperabile di mondi 3D renderizzati, dove utenti illimitati si possono riunire con un senso di presenza”. L’idea nasce dai

Mattoncini

di Giovani Europeisti del Trentino (GET) Vogliamo aprire questo articolo con un viaggio un po’ proustiano – vogliamo riportare alla mente di tuttə lə lettorə le giornate passate a giocare con i Lego in mezzo al salotto di casa. In quel momento ci sentivamo un

L’arte sui muri: un’arte per tutti

“Art should comfort the disturbed and disturb the comfortable” (Cesar A. Cruz) Vi siete mai ritrovati davanti ad un quadro e accorti di non avere idea di cosa stavate osservando?Strizzare gli occhi, cambiare punto di vista, eppure non riuscire a decifrarne il significato.Ecco, quando parliamo

L’umana ossessione per i muri

Quanti muri ci sono nel mondo? A cosa servono? Davvero sono utili a qualcosa?

Sono queste le domande a cui ho provato a dare risposta in questo articolo. Le cose da dire su questo tema sono tante, ma per motivi di spazio mi sono limitata a fornire solo alcune coordinate, le quali sono un punto di partenza per chi vuole comprendere l’umana ossessione per i muri.

Muri musicali

«La musica è come la vita: si può fare in un solo modo, insieme» sosteneva il compositore Ezio Bosso. Eppure, spesso, alcuni generi musicali diventano un vero e proprio muro in grado di dividere le nuove generazioni dalle vecchie. Se ne era accorto Emis Killa

Il ritorno al futuro degli anni Ottanta

Nel 2016 sbarca su Netflix Stranger Things, serie televisiva che vede un gruppo di ragazzini di un’immaginaria città americana degli anni Ottanta alle prese con creature e fenomeni paranormali. Una riuscitissima “operazione nostalgia” che omaggia la cultura e il cinema di quel periodo. Non è

“There is no alternative”

I risultati della ricchezza della popolazione attuale sono il prodotto della politica di Margaret Thatcher negli anni Ottanta? Che con le sue idee, la sua politica di ferro e di libero mercato, e il suo carattere deciso le valgono ancora oggi l’appellativo di Iron Lady? Oppure è stata la pandemia che ha svoltato l’economia? La pandemia ha fatto aprire gli occhi sui pochi investimenti fatti sulla sanità, come ha affermato l’economista francese Thomas Piketty nel 2021 al Festival dell’Economia svoltosi nella città di Trento. Non sappiamo con certezza quale sia la vera e unica causa di maggiore disparità economica oggi. Sicuramente, però, negli anni Ottanta la politica della nostra Iron Lady funzionava, lei stessa credeva fosse l’unica soluzione per uscire da un declino economico passato

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi