Scioperano i professori, possibili disagi per gli esami di settembre

TRENTO – È giunta in mattinata via e-mail a tutti gli studenti la comunicazione ufficiale del Rettore in merito allo sciopero del personale docente, di cui già da qualche tempo la stampa aveva dato notizia.

Alcuni professori, in segno di protesta contro il blocco degli scatti salariali, si asterranno dal tenere il primo appello previsto per la sessione autunnale, anche nel caso in cui fosse l’unico in calendario. Molti dei docenti aderenti hanno firmato un documento ufficiale, nel quale motivano la scelta di unirsi a questa protesta, e molti altri hanno comunque dato comunicazione per tempo della propria partecipazione; ma, come ricorda il Rettore, non esiste alcun obbligo di comunicare anzitempo la propria adesione allo sciopero e perciò potrebbero verificarsi dei disagi per gli studenti che, presentandosi in sede d’esame, potrebbero trovare la cattedra vuota.

Gli appelli boicottati saranno comunque recuperati nelle settimane seguenti; le nuove date degli esami saranno pubblicate su Esse3 non appena fissate. Qualora lo sciopero dovesse interferire con lo svolgimento della prova finale dei corsi di primo livello, il Rettore segnala la possibilità di sostenerla comunque dando poi l’esame mancante alla data a cui è stato rinviato. In ogni caso, i rappresentanti degli studenti dei vari dipartimenti sono a disposizione degli studenti per dubbi e segnalazioni.


Condivideremo dopo questo articolo il post dei rappresentanti degli studenti contente le FAQ (domande e risposte più frequenti), sulla nostra pagina Facebook. Se volete raccontare il vostro disagio legato alla vicenda, potete contattarci su Facebook e Instagram o scrivere alla nostra e-mail di redazione.