Tutti gli articoli di Tommaso Fiorio

Guerra russo-ucraina – Le origini profonde del dibattito

Quali sono le origini delle fratture che stanno animando il dibattito pubblico sulla guerra in Ucraina?

In questo articolo si cercherà di individuare le questioni fondamentali che hanno portato alla formazione dei due principali blocchi di opinione – quello interventista e quello pacifista – relativi al ruolo che dovrebbero assumere i paesi occidentali di fronte all’invasione dell’Ucraina da parte della Russia di Vladimir Putin.

Guerra russo-ucraina – Le dimensioni della politica

Lo scoppio della guerra russo-ucraina ha fatto esplodere un dibattito pubblico estremamente frammentato circa la genesi del conflitto e le responsabilità dei rispetti schieramenti. Soprattutto fra gli esperti di geopolitica, che siano studiosi piuttosto che uomini di stato, sono nate diverse teorie antitetiche l’una rispetto all’altra, che mettono a nudo una realtà, quella della politica estera e internazionale, che anche nell’era della comunicazione e della globalizzazione fatica ad emergere con chiarezza agli occhi dell’opinione pubblica.

Caso Abramovich – L’Occidente alle prese con i suoi scheletri nell’armadio

Con lo scoppio della guerra russo-ucraina, sono stati lanciati da tutti i paesi occidentali pacchetti di sanzioni rivolti principalmente a all’elitè oligarchica russa, la sola che ha le capacità di fare pressione su Putin perché fermi il conflitto.

In questo articolo si cercherà di partire dal caso del patron del Chelsea Roman Abramovich, a cui il governo inglese ha congelato tutte le proprietà, per arrivare a riflettere su gli aspetti più ambigui e controversi dei rapporti tra le nostre democrazie e i regimi non liberali come quello russo.

JETN Business Game 2022

Nei giorni 1,2,3 aprile, Junior Enterprise Trento organizzerà un evento chiamato Business Game 2022. Si tratta di un progetto aperto a tutti gli studenti universitari che ha l’obiettivo di dare la possibilità a ragazze e ragazzi di affrontare problematiche aziendali concrete, favorendo il contatto con i rappresentanti aziendali, in modo che questi possano anche raccogliere curriculum per opportunità di tirocinio o addirittura posizione lavorative.

Politically Correct – Una questione su cui riflettere

Che cos’è di preciso il “politicamente corretto”? In che modo questo termine è divenuto mainstream nel dibattito pubblico italiano e non solo? E quali sono le ragioni portate avanti dai sostenitori da una parte, e oppositori dall’altra?

In questo articolo si cercherà di riflettere sulla funzione della libertà di pensiero e di parola nella nostra società e come ogni diritto debba necessariamente comportare doveri e responsabilità da parte di tutti i beneficiari.

Quirinale 2022 – Una sconfitta per l’Italia

La rielezione di Sergio Mattarella è stata accolta dall’opinione pubblica con un entusiasmo che, seppur comprensibile, rischia di far passare inosservato il fallimento di un sistema politico che non è stato capace di trovare un degno successore all’altezza di Mattarella.

Il teatrino a cui abbiamo assistito negli ultimi giorni evidenzia sempre di più l’esigenza di inserire nell’agenda pubblica una serie di riforme per migliorare la qualità delle istituzioni politiche e dei suoi rappresentanti.

Bernard-Henri Lévy – Sulla strada degli uomini senza nome

“Sulla strada degli uomini senza nome” è il titolo che il filosofo Bernard-Henri Lévy sceglie per la sua autobiografia. Il racconto della vita di un uomo che all’età di settantatré anni ancora non si è rassegnato all’inevitabilità delle ingiustizie e continua a lottare per i valori universali di libertà.

USA – Sta tramontando il Sogno Americano?

Che cos’è il Sogno Americano? É arrivato per gli Stati Uniti il momento di una rivalutazione delle proprie azioni nel corso della storia? Mai come oggi le frammentazioni all’interno del popolo americano sono state così forti, e con una seconda guerra fredda alle porte, l’America di Joe Biden necessità di ritrovare la connessione con una società civile che le sta voltando le spalle.

Habemus Draghi

Con l’arrivo di Mario Draghi a Palazzo Chigi, tutte le forze che hanno preso parte al governo dell’assembramento hanno abbandonato qualsiasi tipo di dibattito politico, portando ad interrogarci su quale sia rimasto effettivamente il valore del Parlamento e di tutte le istituzioni rappresentative del paese. Questo non vuole essere un articolo di critica sull’operato del governo Draghi, ma una riflessione su come un’intera classe politica possa abbandonare da un giorno all’altro battaglie e identità per abbracciare la leadership di un uomo solo.

No, questa non è libertà!

6 gennaio 2021, sostenitori del presidente Donald Trump, per contestare i risultati delle elezioni che hanno visto Joe Biden vincitore, assaltano la sede del Campidoglio . 11 ottobre 2021, gruppi di protesta “no green pass”, capeggiati dai leader di Forza Nuova, assaltano la sede della

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi