Archivi della categoria: Attualità

UMANFESTIVAL: “QUESTA È LA MIA REALTÀ” MOSTRA DI SALGAJA

“L’ambiente esterno, sia naturale che urbano, è comunque specchio di sensazioni umane e serve da pretesto per spiegare le emozioni. Anche la deformazione dei corpi ha lo stesso fine”(Valeria Porta, in arte Salgaja) Questa citazione è dell’illustratrice e vignettista Salgaja, le cui opere sono state

Cosa sta succedendo a Facebook?

È ormai ufficiale, dopo l’annuncio del CEO dell’azienda Mark Zuckerberg, Facebook cambierà il proprio nome. La notizia è stata data giovedì 28 ottobre, durante l’evento Facebook Connect, tenutosi in via telematica. La società che gestisce i famosi social networks Instagram, Whatsapp, Facebook e altri, ha

No, questa non è libertà!

6 gennaio 2021, sostenitori del presidente Donald Trump, per contestare i risultati delle elezioni che hanno visto Joe Biden vincitore, assaltano la sede del Campidoglio . 11 ottobre 2021, gruppi di protesta “no green pass”, capeggiati dai leader di Forza Nuova, assaltano la sede della

FUMETTO: UN GENERE MINORE?: “Persepolis”

Oggi parliamo di Persepolis, una graphic novel storica e autobiografica scritta da Marjane Satrapi e pubblicata per la prima volta in Francia, tra il 2000 e il 2003. In base alle varie edizioni pubblicate nel corso degli anni, potete trovare questa graphic novel suddivisa in

QUESTIONE MOVIDA: FACCIAMO IL PUNTO

Quante volte al giorno ci lamentiamo perché dopo una giornata intera divisa tra lezioni e biblioteche varie la sera abbiamo a malapena la possibilità di uscire per uno spritz in compagnia? Tante, troppe per una città che dice di essere universitaria ma che di fatto

UMANFESTIVAL: VAIA DALLA TEMPESTA ALLA RINASCITA

Dal 17 al 24 ottobre si è tenuta la quarta edizione del festival filosofico e culturale Uman Festival organizzato dai ragazzi di UNITiN. Finalmente quest’anno c’è stata la possibilità di tenere molte delle conferenze e delle attività proposte in presenza sempre rispettando le norme Covid.Il

Il suicidio di Jan Palach

Si parla spesso di un Sessantotto antiamericano, meno di un Sessantotto antisovietico. Fui incuriosito per la prima volta da questo movimento quando mi capitò fra le mani una lettera di un giovane, tale Jan Palach, nella quale annunciava il motivo del proprio suicidio. Poiché i

Cala la notte

“Chi è Mario? Perché lo chiamate Mattia?” questo era un dilemma alle prime riunioni. l’UniversiMario. Questo è il mio primo ricordo dei cartacei del giornale, e oggi che cala la notte su questa fantastica esperienza non potevo non ricordare. Cala la notte sulla paura di

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi