Archivio tag: filosofia

La lista dell’esistente

Quando ci si imbatte nella domanda “Che cosa esiste?”, la risposta porta con sé una serie di altri quesiti che spaziano in diversi campi del sapere e che ci impongono di andare sempre più a fondo nella ricerca. Da una parte, questa domanda può essere

Al confine tra filosofia e fisica

La filosofia è scritta in questo grandissimo libro che continuamente ci sta aperto innanzi a gli occhi (io dico l’universo), ma non si può intendere se prima non s’impara a intender la lingua, e conoscer i caratteri, ne’ quali è scritto. Egli è scritto in

La civetta e la talpa

Che cosa significa che «la filosofia è il tempo di essa appreso in pensieri» (Georg Friedrich Hegel, Lineamenti di filosofia del diritto, Laterza, Roma 1999, p. 15)? Che cosa significa pensare il proprio tempo? «Quale il rapporto fra la “civetta” della filosofia, che interpreta in

Il problema del Teeteto

Un problema (dal greco πρόβλημα) rappresenta sempre un promontorio, una sporgenza, un impedimento per il pensiero del filosofo. Ma, quest’ultimo, se vuole davvero essere il filosofo, non può e non deve rinunciare a “venire alle mani” con questo stesso promontorio, con questa stessa sporgenza, con

Siamo ancora capaci di educare?

Asilo nido, scuola elementare, scuola media, scuola superiore, università, dottorato e si potrebbe continuare. È un percorso lungo e trafficato. È un percorso vario, c’è chi studierà lingue, chi si dedicherà alle scienze, chi preferirà gli studi umanistici, chi deciderà di perseguire una strada più

Meglio non essere nati

La storia del pensiero occidentale è profondamente segnata dalla sentenza silenica del “meglio non essere nati” destinata a segnare una volta e per sempre un punto centrale della riflessione filosofica tout court, cioè la priorità del morire sul nascere, del negativo sul positivo, del niente

Dio senza essere?

«Se ancora mi capitasse di dover mettere per iscritto una teologia — ciò cui mi sento talvolta sollecitato — allora il termine essere non dovrebbe assolutamente entrare in scena. La fede non ha bisogno del pensiero dell’essere» (Martin Heidegger, Seminari, Adelphi, Milano 1992, p.207) Jean-Luc

Cosa vuol dire nascere?

Per quanto si provi a tornare al principio, per quanto si tenti di spingere la mente alla ricerca di quei ricordi più remoti, tutto risulta vano. Al massimo riusciamo a rivedere qualche frammento di infanzia, qualche truciolo del nostro passato che non è ancora stato

Nessuna miniatura

Fra uomo e natura

«Tutto è bene quando esce dalle mani dell’Autore delle cose, tutto degenera fra le mani dell’uomo». Questo è l’incipit dell’Emilio o dell’educazione di Jean-Jacques Rousseau che così continua: «Egli sforza un terreno a nutrire i prodotti di un altro, un albero a portare i frutti

Che cos’è il tempo?

Che cos’è il tempo? O, forse, meglio sarebbe dire com’è il tempo? Qual è il suo significato ultimo? Come si misura il tempo? Che cos’è il passato? Che cos’è il presente? Che cos’è il futuro? Perché tutto scorre? Ma davvero tutto scorre? O, invece, è

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi