Browse By

Archivi del mese: Marzo 2020

La Repubblica di Weimar, tra innovazione e problematicità

La Germania degli anni ‘20 del secolo scorso è ancora provata dalle ferite del primo dopoguerra, alle prese con i primi e ancora inefficaci tentativi di conciliazione e stabilizzazione politica. Al momento dell’armistizio la tensione è palpabile: gruppi rivoluzionari, consigli degli operai e soldati sono

Berlino, cinema e freddo

Parlare di storia è sempre difficile. O ne si parla in modo saggistico e dettagliato (attraverso interi libri) o in modo veloce e raffazzonato. Lo stesso è per il cinema e la storia del cinema. Ho provato dunque ad affrontare questo aspetto degli anni venti

Jazz e “Faccetta Nera”: cos’hanno in comune?

Gli anni ’20 sono scivolati via a ritmo di jazz. Erano anni “belli e dannati”: da un lato il veloce arricchimento dell’America, i vestiti corti e luccicanti delle donne ed i fiumi di champagne versati a bordo di limousine affittate per un pomeriggio di festa;

La nascita di una nuova danza

Dalla corte di Re Luigi XIV fino alla fine dell’Ottocento, la danza classica con la sua leggerezza ed eleganza calca la scena dei teatri, conquistando i cuori degli spettatori. Dall’inizio del ventesimo secolo l’arte e la danza cominciano gradualmente a trasformarsi, rispondendo ai cambiamenti della

Messico e muralismo, 1920: una data, due rivoluzioni

“Roaring Twenties”, quale espressione più calzante per descrivere il roboante entusiasmo che si sviluppò nel corso della prima metà del secolo scorso? Avanguardie storiche, cinema sperimentale, media e manifesti pubblicitari, charleston, pailettes, jazz sono solo alcune delle parole che da sempre riempiono il cuore dei

By order of the Peaky Blinders

A quasi un secolo di distanza tornano alla ribalta gli iconici anni ‘20, si potrebbe dire “by order of the Peaky Blinders”. Infatti è da poco giunta a termine su Netflix la quinta stagione della serie tv “Peaky Blinders” ambientata nella Birmingham del primo dopoguerra

Watchman, proibizionismo: come nasce uno stato totalitario?

“Quis custodiet ipsos custodes?” (Giovenale, Satira VI) Realtà: anno 1919. Stati Uniti d’America. Entra in vigore il XVIII Emendamento. I vizi sono diventati crimini. Watchmen, graphic novel: anno 1985. Stati Uniti d’America. Adrian Veidt alias Ozymandias uccide 3 milioni di persone a New York per prevenire

Il giorno “bo” della quarantena

Siamo al giorno “bo” della quarantena, quello in cui sappiamo ormai che il numero delle vittime dell’Italia ha superato quello della Cina. Siamo al giorno “bo” della quarantena, quello in cui abbiamo visto sfilare auto dell’ esercito contenenti vittime del Covid-19. Siamo al giorno “bo”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi